Scrivo le mie emozioni da sempre con l’unico scopo di renderle reali, per fuggire dal loro morboso pensiero e dal dolore che provocano alla mia anima. Quando le racconto riesco a guardarle per quello che sono ed andare avanti, mettere un punto. Inizio a scrivere da adolescente, scrivevo di tutto da lettere d’amore a sfoghi dello stomaco, scrivevo diari e ricordi e condividevo con il mondo le mie ferite ma ne custodivo gelosamente il ricordo e le ferite. Oggi dopo anni di riflessione e di viaggi continui nella mia anima più profonda e nascosta ho deciso di pubblicare una parte del mio diario di vita, una serie di appunti che giorno dopo giorno hanno accompagnato i miei respiri. Cosi è nato “Piccoli stati di veglia “che grazie all’amico Orma ( Stefano Sansoni ) ha preso vita e pian piano anche forma ed è in questo modo che i miei racconti ora sono […]

Questo libro è firmato in duplice copia. La prima firma è dell’autore Surya, la seconda è del suo editore una volta conosciuto come Orma. Questa prima esperienza per entrambi è il frutto di alcuni scambi di idee, di alcuni brevi incontri che ci hanno dato la possibilità di entrare in contatto non con il solo ausilio del comunicato, cioè questo libro, ma con il vissuto, cioè gli incontri con Surya. Non so da chi è arrivato l’imput di scrivere qualcosa su di se, sulla sua vita, ma il percorso che è raccolto in questo libro parla in modo semplice ed espressivo della natura della vita. Le parole sono semplici, interconnesse tra loro per puro legame del momento, al di fuori di possibili esercizi di stile oppure movenze dettate dal “pathos” letterario. Nell’introdurre alla lettura di questa raccolta c’è da evidenziare un aspetto in particolare: per tradurre lo scorrere del tempo occorre il tempo di uno scultore. Ed in queste […]

Non ero mai entrato nel vortice, non potevo immaginare tutta la violenza, tutta la forza che in esso racchiude. Sono al centro, dove tutto tace, dove la luce e’ accecante ma osservo intorno la spirale violenta di una forza naturale e distruttiva che lascia dietro solo caos. Sono al centro e sento ogni battito, ogni respiro e non sono solo, mi nutro di passione, di amore mentre intorno a me tutto viene travolto dagli eventi. Raccolti i miei pezzi, li metto in ordine uno dopo l’ altro sulla tua mensola, sono tuoi, ogni ricordo di ogni momento.

 Ti ho immaginata molte volte sbiadita trasparente impaurita Forte era il pensiero che un tramonto travolgente illuminasse la mia mente Si si lo capii che non attraversavo il tuo pensiero ma li nascevo  Passionale come il caldo colore del fiore dell’amore