Stufo di aver paura
Mi sollevo da terra, vedo aumentare lo spazio d’ombra
Stufo di scappare
Ribalto la prospettiva, confondo il limite dell’orizzonte
Cambio colore, sfilo la stilo e scrivo
Non vivo perché respiro ma respiro perché scrivo
Stufo di vagabondare tra nuvole e vuoti d’aria
Scelgo di vivere
Mi nutro di te
Amo il tuo odore
Cambio nome, volto e foglio
Inizio a scrivere al contrario svelando l’opposto della comune verità
Non sei d’accordo con me
Mi dispiace per te
Sono nudo
Il vento scorre lungo la mia pelle
Sono vivo
Sono libero
Non ho nessuna paura di amarti, ora e per sempre
Ora, miei cari benpensanti, vomitate pure dinanzi a questo amore per voi deviato
Tremate dinanzi a questo bacio per voi malati
Sono diverso vero…
Io so amare
Sono libero  e nulla più potrà ferirmi.

Leave your Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *