Ricordo bene quel giorno quando decisi di farlo, non ci volle molto, mi chinai ed infilai le mani nello stomaco fino a strapparne via le viscere

Volevo capire, vedere dove si annidava ma non lo trovai

In quel momento con le mani insanguinate mi aprii il petto per strapparne via il cuore e cercarlo li, in ogni pezzo, in ogni vena ma vidi solo il sangue dei miei ricordi schizzarmi in faccia e non lo trovai

Allora presi una sedia e salii sul tavolo e con un gran respiro decisi di sbattere la testa sul pavimento per vederlo uscire ma..solo le folli e sperdute idee di un imperfetto futuro vidi uscire, ma di lui niente, nulla trovai.

Poco respiro rimaneva ancora nei miei polmoni, poco sguardo nei miei occhi, poco sangue nelle mie carni  allora decisi, in quell’esatto momento presi la decisione di non cercarlo più capii che ero io quel dolore, ero io quell’ansia che mi uccideva, ero io a non volermi svegliare per timore di vederlo andare via da me, di vedere la vita fuori il mio nero ricordo di un futuro sperato.

Butto la corda giù

tolgo la Sedia e apro la porta

…..corro, corro, corro

Leave your Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *