and posted in OSTINATA"MIA"MENTE

images

Capita molte volte, penso anche a voi, di sentirvi fuori luogo e spesso di riconoscersi nel caos della apparente quiete che questa società dell’indifferenza offre ogni giorno.

Spesso mi capita di guardarmi intorno e tutto mi sembra stonato e fuori luogo, persone vuote senza interessi o voglie e devo dire anche senza indignazione o bisogni.

Ovunque indirizziamo il nostro sguardo vediamo ingiustizie, una smisurata acclamazione dell’IO con una marcata indifferenza per il resto del mondo.

Oramai la coscienza di ognuno di noi si è assopita ed al massimo riesce a elaborare se sia giusto acquistare o no un nuovo telefonino visto che il vecchio funziona benissimo.

Veramente mi trovo confuso ogni istante della mia giornata, sento di far parte di questa società e sento, da un verso, di esserne attirato, condizionato, ma nello stesso tempo cerco di lottare perché cambi. Cerco di far tornare le cose al posto giusto, di ridare senso alle cose e darne un nuovo significato, al massimo ridare dignità al vecchio ma sento il peso delle cose e di questa scelta.

Lotto con me stesso, lotto con il modo e mi sento solo ed isolato dal comune senso di ” vita ” dove conta solo l’ “IO” e non il NOI e mi chiedo come possa una società basate su questo concetto cambiare, rinascere?

Ecco perché il CAOS è l’unica certezza ed è talmente ben marcato che sul suo concetto si basano quasi tutte le scelte politiche e sociali di questa Politica ormai spenta ed inutile. Far vivere il Popolo nell’incertezza e nell’ignoranza sociale è utile per coloro che non hanno nessuna visione del futuro e non ricordano neppure più il passato, che nonostante tutto è la nostra unica certezza.

Ora vi lascio alle vostre cose, alla vostra vita e vi auguro di provare indignazione verso questo modo di vivere e posso assicurarvi che vi si aprirà dinanzi una nuova visione del mondo, certamente più complicata e pesate ma vera.

Come diceva Platone, quando l’uomo si accorse che l’ombra nella sua caverna era la proiezione del mondo esterno e quando l’uomo prese coraggio e coscienza di questo e dopo averlo visto scelse di tornare nella caverna per liberare i suoi simili e portare loro la libertà della propria mente e della propria vita.

Ecco noi stiamo ancora tutti nella nostra caverna e nessuno ha voglia e convenienza nel portarci fuori, allora vi chiedo di seguire la luce che proietta quelle ombre ed uscire per dargli vita e senso.

Ciao

Leave your Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *